Le mie letture

RECENSIONE DI: Il rumore del silenzio – Le radici di Martina Calisti

Vi voglio parlare di questo bellissimo romanzo del quale c’è davvero tanto da dire.

IL RUMORE DEL SILENZIO – LE RADICI di Martina Calisti.

 

Trama (fonte amazon)
Cercando di superare le dure prove della vita, è possibile non perdere se stessi?Due vite, due realtà, due mondi agli antipodi. Sara, prossima a realizzare il sogno di diventare una giornalista e Lorenzo, giovane imprenditore di successo, si scontrano con difficoltà tanto dolorose, quanto all’apparenza insormontabili.Sullo sfondo di una caotica Roma e una frenetica Milano, prenderà forma un viaggio a doppio binario, costellato di eventi inaspettati. Un viaggio che sembrerà riservare più drammi che gioie, nel quale il senso di solitudine si farà greve, opprimente, e l’unico modo per proseguire sarà non perdere mai la speranza di cambiare il proprio destino.

 

LA MIA OPINIONE:
⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️

 

ASPETTO TECNICO
Narrazione in terza persona al passato.
Capitoli alternati nei quali si parla della vita di Sara e di quella di Lori.
Il metodo di narrazione di Martina mi piace molto, sebbene io non ami la terza persona, nel suo libro sembra quasi come se siano direttamente i personaggi a parlare. Riesce a trascinare il lettore direttamente nelle sensazioni dei due personaggi principali come se fossero loro a parlare e a farti vivere le emozioni che provano. Le descrizioni degli ambienti e dei personaggi sono ben delineate senza mai essere eccessive.
La trama è ben strutturata.
La scrittura è fluida è scorrevole. 

 

ASPETTO EMOTIVO.
Ero sicura ancora prima di iniziare a leggere questa storia che non mi avrebbe mai delusa anche perché conoscendo un pochino Martina, sapevo quanto potesse essere profondo questo romanzo. Ho terminato questo libro nel giro di due giorni. Le tematiche affrontate sono davvero molto forti e importanti.
Sono entrata subito in empatia con Sara, una ragazza molto fragile a causa della sua storia molto toccante e a tratti cruda. Ho sofferto con lei nei momenti più difficili.
Dall’altra parte invece, la storia di Lori, un ragazzo per niente sicuro che si rifugia nell’alcol per evitare di pensare a ciò che gli accade. 
Mentre con Sara mi si è scatenato dentro un senso di protezione nei suoi confronti, sensibilità, dolore e comprensione, leggendo di Lori, invece, ho provato rabbia. Forse perché lui non era solo e quindi poteva affidarsi a qualcuno, alla sua famiglia, a sua sorella, mentre per Sara, tutto era più difficile.
Non voglio spoilerare altro della storia perché è un romanzo che va assolutamente letto per tutte le cose che trasmette e per i temi estremamente delicati che Martina riesce ad affrontare in modo crudo ma anche molto delicato e incisivo.  Violenza, alcool, intrighi, ricatti, famiglia, amicizia, solitudine, depressione, stalking, un susseguirsi di eventi che ti lasciano con il fiato sospeso fino alla fine della storia.
E’ un romanzo che ti lascia dentro parecchie domande e riflessioni davvero significative perchè queste cose accadono davvero, sono la realtà di tutti i giorni!
Concludo facendo i complimenti all’autrice per questa storia e  dicendole che non vedo l’ora di leggere qualcos’altro di suo.
Tu già sai.
Lo consiglio davvero a tutti e, aggiungo, sono contenta di averti conosciuta!

 

CITAZIONI:

 

“A lui non piaceva vedere i segni della propria rabbia sul suo corpo, gli ricordavano che lei aveva sbagliato e lo rendevano nervoso.”

 

“Aveva sbagliato. Di Nuovo. La sua mente non era abbastanza acuta, il suo volto convincente, le sue parole veloci. Era stata punita.”

 

“Sette anni, era questo il tempo che le aveva rubato, sottratto, tirato via dalla pelle, livido dopo livido, ferita dopo ferita, sette anni della sua vita.”
close

Hey, ciao 👋
Piacere di conoscerti.

Iscriviti per ricevere contenuti fantastici nella tua casella di posta, ogni settimana.

Per te subito in regalo il primo capitolo di uno dei miei libri a tua scelta.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Un commento

  • Martina

    Grazie per questa bellissima recensione! Sono davvero onorata che il mio romanzo ti abbia suscitato queste emozioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *